Vestirsi in 5 minuti appena sveglie

Quante di Voi pospongono la sveglia fino all’ultimo minuto?
Un recente sondaggio dimostra che 9 donne su 10 hanno un contenzioso aperto con il proprio armadio.
Deponete le armi e ascoltate questi piccoli grandi consigli che Vi libereranno dal peso dello scorrere del tempo.

1. Le più’ sensibili alla sveglia mattutina entrino sin d’ora nell’ottica della sera precedente. Un outfit costruito prima di andare a letto è il miglior salvatempo in assoluto. Vi permetterà di guadagnare colazioni senza stress e strade senza traffico.
2. Tutte le altre invece, ovvero quelle che riescono ad instaurare un rapporto meno conflittuoso con la sveglia, partano da una camicia. Di seta o di cotone poco cambia. L’importante è che rispetti i colori del vostro incarnato (e questo potrete scoprirlo solo grazie ad una approfondita Analisi del colore) e il contesto a cui Vi approcciate.
3. Un jeans, che sia bootcut, mom, skinny, flare o a sigaretta, cio’ che davvero conta è che valorizzi la Vostra Body Shape (forma corporea) ed esalti la Vostra femminilità.
4. La scarpa si dovrà adattare al contesto lavorativo o quotidiano che caratterizza le Vostre giornate. Comoda se il lavoro Vi porta in giro, con tacco medio se la dimensione è l’ufficio.
Il tacco alto lo destinerei solo ed esclusivamente alla sera.
5. Se non siete amanti del color block o faticate ad abbinare tinte sgargianti, puntate su accessori colorati per vivacizzare il vostro look. Basteranno una bella collana o un bracciale vistoso per non sentirvi “svestite”.

Vestirsi in 5 minuti

Dedicherò il prossimo post all’organizzazione del cassetto degli accessori. Avere tutto sottocchio e a portata di mano consentirà una maggiore consapevolezza di tutto cio’ che potete sfruttare in base a materiale e colori.

5 regole per un guardaroba organizzato

5 regole per avere un armadio sempre ordinato e ben organizzato:

1. Ad ogni cambio stagione prenditi una giornata per eliminare tutti i capi che popolano il tuo guardaroba da anni e che anticipano la camera del dimenticatoio perchè sono troppo stretti, troppo larghi, frutto di acquisti avventati o semplicemente lisi.
2. Se fatichi a liberarti di alcuni capi, adotta il metodo del “reverse hanger hack” .
Posiziona la gruccia dei capi “NI” al rovescio, se dopo 6 mesi la vedi nella stessa posizione, la Tua mission sarà chiara e liberarti dei capi incerti diventerà piu’ facile.
3. Ricorda che il segreto di un guardaroba ben strutturato e utilizzato al 90 % punta sulla QUALITA’ e non sulla QUANTITA’.
Applica lo stesso ragionamento anche per quanto riguarda gli accessori e le borse e a lungo termine anche il Tuo portafoglio ti ringrazierà. E’ meglio una bella borsa in pelle che 3 borsette di plastica.
4. Suddividi i capi per stagione e per categorie. Cio’ ti consentirà un notevole spreco di tempo nel decidere cosa metterti e un’ottima gestione dello spazio.
5. Abituati a fare ordine mentale . Non esistono menti disordinate con armadi perfettamente organizzati. Tutte le volte che cadi in tentazione di lanciare un capo alla rinfusa nell’armadio o sul letto, pensa che in breve tempo sarai sommersa da vestiti spiegazzati e supplichevoli di tornare in forma su una gruccia e dall’incertezza del cosa metterti!

Se NON hai TEMPO o VOGLIA di stare dietro a questi suggerimenti, allora faccio al caso TUO.
Scrivimi a info@enricachicchio.com per sapere come funziona il mio lavoro.

armadio organizzato

Colori e Orrori: 5 Consigli per un outfit perfetto se siete invitate ad un matrimonio.

Lunedì mattina ho avuto il piacere di incontrare una professionista del settore Bridal, Consulenza Spose – La Fata Madrina Alessandra Cristiani​ della quale Vi parlerò piu’ avanti perché è una conoscitrice assoluta del settore .

La consulenza sposa non rientra nelle mie competenze, ma quella della consulenza di immagine sugli invitati SI ed è per questo che in 5 sintetiche pillole Vi risparmierò sdrucciolevoli cadute di stile.

1. L’abito BIANCO appartiene SOLO ed ESLUSIVAMENTE alla SPOSA. Unica grande protagonista indiscussa del film del giorno più importante della Sua vita.
SCORDATEVI nel modo più assoluto di partecipare ad un matrimonio vestite dello stesso colore della sposa. Se volete infrangere le regole indossate piuttosto un crema coordinato da accessori colorati che distolgano lo sguardo dall’outfit totale.

2. L’abito NERO è stato sdoganato? Ma anche NO!
Bandito anche dai matrimoni con cerimonia serale e nelle forme piu’variegate. Il nero si indossa ad un funerale o ad un vernissage. Evitate di destare scalpore indossando un completo funereo e armatevi di buon gusto scegliendo un bel BLU SCURO, sempre elegante e poco invadente.

3. L’abito ROSSO acceso, colore dell’amore e del fuoco è un colore ricorrente nei matrimoni cinesi, nei quali invece è bandito il bianco.

4. Strass e paillettes sono più consone ad una serata in discoteca con le amiche o ad una prima a Teatro.
Scongiurate il rischio di essere piu’ appariscenti della sposa.

5. Adeguatevi alla location e al periodo dell’anno in cui si svolge la CERIMONIA.
Tra agosto e dicembre cambiano i capi, colori e tessuti utilizzabili.
Informatevi sul luogo in cui si terrà la cerimonia ed inutile dirlo se si tratta di un giardino risparmiatevi i tacchi a spillo!

 

Un, due, tre(nch)!

Il meteo delle ultime settimane è particolarmente avverso e la mezza stagione fatica ad andarsene. Alzi la mano chi di voi non si trova in crisi con il guardaroba in questo lentissimo periodo di transizione che pare sfociare in un inverno interminabile!
Fortunatamente in passato qualcuno ha già pensato che se il clima non è dalla nostra, può esserlo il capospalla ed è qui ,nella confusione totale, che fa capolino il caro vecchio TRENCH.
Caposaldo intramontabile del guardaroba classico,maschile e femminile, può essere portato in qualsiasi versione: minimal per chi ama “stare senza pensieri”, chic per “chi non deve farsi mancare nulla” e radical “per chi ama mantenere uno status sobrio e al tempo stesso alternativo “.
Adattissimo per una serata elegante indossando un tacco alto, ideale per chi durante il giorno ama sentirsi comoda adottando un look senza troppe pretese.
Insomma, il trench è per tutte e soprattutto per chi non ce l’ha e che inizierà a pentirsi in fretta di non averlo mai acquistato!
Trench

The 70’s are back!

The 70’s are back” dicono, ma per me sono sempre stati qua.
I mitici anni Settanta e con loro gli intramontabili pantaloni a zampa, meglio se in jeans, stanno bene anche a chi ha fianchi decisamente più generosi di quelli di Victoria Beckham .
Adatti alle figure minute, ma anche al classico fisico a pera, i flared jeans, svasati nella parte finale, tendono a riproporzionare le forme e ad allungare la gamba.
Per ottenere un effetto slanciato indossateli in un lavaggio scuro e con l’orlo rasoterra.
Infilate una bella camicia o una t-shirt morbidissima con una zeppa, un sandalo alto o una décolleté ai vostri piedi e sarete perfette e disinvolte in qualsiasi occasione.
Victoria Beckham

Body Shape Rettangolo

Se avete una figura proporzionata nel complesso, punto vita praticamente inesistente, fianchi stretti e gambe snelle accompagnate da un sedere piatto, non c’è dubbio che rientriate nella Body Shape del Rettangolo.

Questa figura, priva di forme e tendenzialmente longilinea,  puo’ usare a proprio favore colore, fantasie,  lunghezza dei capi e tagli degli abiti.

Via libera alle sovrapposizioni e a  tutto cio’ che contribuisce a creare volume come l’uso di balze, rouches e volant.

Abiti dritti e corti o morbidi e colorati  o scuri e strutturati (come quello scelto da Cameron Diaz nella foto) non dovranno mancare nel vostro guardaroba a patto che siano corti ed evidenzino le vostre slanciatissime gambe.

Un altro piccolo trucchetto per ingannare l’occhio distogliendolo dal girovita è l’uso del Color Block, che giocando con forti accostamenti di colore, regala l’illusione ottica di un punto vita ben delineato.

Per quanto riguarda Jeans e pantaloni, abbandonate la zampa per un classico e sempre elegante pantalone capri o a sigaretta e la vostra forma ed il vostro stile saranno impeccabili.

Cameron Diaz, Body Shape Rettangolo, Enrica Chicchio, personal shopper, consulente d’immagine

 

Body Shape Mela

Di recente abbiamo parlato di Body Shapes (forme del corpo) analizzando il fisico a PERA e quello a CLESSIDRA.
Oggi è il turno delle amiche MELA che con le loro tonicissime e magre gambe danno filo da torcere ad un sacco di donne!
Se questo tipo di forma corporea ha il pregio di avere una parte inferiore a prova di critica, deve, invece, mettere al riparo la parte superiore, “vittima” dell’accumulo di grasso su maniglie dell’ amore e pancia!
Come fare quindi per armonizzare la figura MELA?
Semplice, mettete in risalto il vostro punto forte (ovvero le gambe ) indossando vestitini ad A e gonne sopra al ginocchio soprattutto se avete poco seno.
Se avete invece molto seno via libera agli abiti stile impero, scollo a V e tutto cio’ che da’ l’impressione ottica di allungamento della parte superiore. Ricordatevi non spezzare mai e poi mai il vostro punto vita con una cintura altrimenti l’attenzione cadrà proprio lì dove non deve.
Qui sotto Vi allego due foto della meravigliosa attrice Catherine Zeta Jones nella versione più appropriata per la sua forma fisica (sinistra) e in quella che meno le si addice (la cintura infatti segna la parte “critica”).
Vi riconoscete in questa body shape ma non sapete quale pantalone, maglia o costume fanno al caso vostro?
Scrivetemi a : enrica.chicchio@gmail.com.
Facebook Page Enrica Chicchio.

L’immagine di C. Zeta Jones è tratta dal web e considerata di pubblico dominio.

body shape rettangolo_ Catherine Zeta Jones

Body Shape Clessidra

Come promesso ad un’amica, oggi Vi parlo di una delle forme del corpo più invidiate in assoluto, ovvero quella a CLESSIDRA.
Chi rientra in questa categoria può ritenersi davvero fortunata perché mette su peso in modo proporzionato e che sia di costituzione magra o rotonda è perfettamente bilanciata.
Spalle e fianchi sono allineati e il vitino da vespa è il suo punto forte perché crea un meraviglioso stacco dalle curve.
Quali abiti preferire quindi se si è delle Clessidre?
Abitini che segnano i fianchi tipo quelli incrociati e preferibilmente con scollo a V. Stesso discorso vale per maglie e t-shirt.
Via libera a cinture di tutti i tipi per enfatizzare il punto vita.
Evitate invece tutto cio’ che copre, perché tenderà a farvi sembrare enormi.
Di seguito #sofiavergara, splendido esempio di fisico Clessidra. Vestitone lungo floreale con scollo a V e stretto sul punto vita!
La primavera bussa alle ante dei vostri armadi, non lasciatevi sfuggire l’opportunità di armonizzare le vostre body shapes indossando i look più adatti per Voi!
Se Vi riconoscete in questa body shape e volete valorizzare la Vostra figura con gli abiti che avete nell’armadio scrivetemi a : enrica.chicchio@gmail.com

L’immagine di S.Vergara è tratta dal web e considerata di pubblico dominio.

Body Shape Pera

Vi ricordate che qualche tempo fa abbiamo parlato di Body Shapes (forme del corpo)?
Ogni donna presenta caratteristiche fisiche che rientrano in cinque categorie principali: mela, pera, clessidra, rettangolo e triangolo invertito.
Oggi parliamo di una categoria che interessa molte donne e che ho scelto di individuare nella figura di Jennifer Lopez:
la categoria PERA ( o triangolo) .
In questo caso la zona più influenzata dai chili di troppo è la parte inferiore (gambe e glutei), mentre la parte superiore del corpo risulta più sottile.
Se Vi riconoscete in questa Body Shape, seguite queste semplici regole per proporzionare la vostra figura:
-Indossate maniche a sbuffo, ruches, spalline e tutto cio’ che vi aiuta a creare volume.
-Ricordate che le linee orizzontali ingannano l’occhio e contribuiscono a dilatare la figura pertanto via libera alle righe orizzontali nella parte alta.
-I blazer e le giacche devono preferire tagli strutturati .
– Maglie vivaci e camicie a stampe contribuiscono a creare movimento e sono perfette per questo tipo di forma.
– Prediligete i colori chiari, sempre e solo nella parte alta del corpo.

Vi riconoscete in questa body shape e volete valorizzare la vostra figura con gli abiti che avete nell’armadio?
Scrivetemi a : enrica.chicchio@gmail.com

L’immagine di J.Lopez è tratta dal web e considerata di pubblico dominio.